Che fine ha fatto l’ozio creativo?

Passiamo in rassegna questi giorni: maratone televisive -e non parlo di quelle di Mentana post elezioni-, dirette sui social, corse ad ostacoli per generare idee, hackathon creativi per trovare soluzioni, contenuti lanciati come frisbee per chi ha ancora un briciolo di tempo a sua disposizione.

L’era della produttività a tutti i costi -compresi quelli umani- non perdona, neppure in quarantena.
Le nostre to-do list, perlomeno la mia, si sono allungate a dismisura e come i Rotoloni Regina sembrano non finire mai, il tempo che trascorriamo è infarcito di attività da fare fino al 2025 e i nostri minuti sono scanditi da una diretta di qua e un webinar di là, ma poi c’è anche il podcast, l’ebook, il libro e la tecnica per riorganizzare tutta la tua vita, dalla a alla z, che non puoi assolutamente perderti.

Image for post
Image for post
Parquet in legno con cerchi di luce — Patrizia Corriero www.thestorycrafter.it

“L’ho ascoltato ieri perché non avevo voglia di fare proprio niente.
Ascoltare è comunque fare qualcosa ❤”.

Questo è lo stralcio di una conversazione che ho avuto l’altro giorno con una mia amica, su Instagram. Probabilmente, trova suoi gemelli leggermente diversi in tante altre chiacchierate che sia io che voi stiamo avendo di questi tempi.

Stiamo vivendo un momento storico in cui ci sentiamo in colpa se non abbiamo voglia di fare nulla.
La verità è che non siamo più abituati a non fare. A stare. Semplicemente ascoltarci senza ascoltare nient’altro e nessun altro.

Image for post
Image for post
Ragazza di spalle con foglie rosse — Patrizia Corriero www.thestorycrafter.it

L’ozio creativo è stato schiacciato sotto il peso di sensi di colpa, messo al muro dalla dipendenza da produttività che attanaglia tutti e dalla rincorsa alla moltitudine di strumenti digitali che, ora come ora, ci permettono di sentirci un po’ più vicini agli altri ma che ci spesso ci allontano sempre di più da noi stessi.

Allora, che si fa? Troviamo qualcosa che ci restituisca l’ozio, l’inattività, l’inerzia. Anzi, no. Non facciamo nulla. Semplicemente stiamo.

Confeziono storie fotografiche ad alto tasso di umanità per persone che hanno a cuore la sostenibilità. Curioso molto. www.thestorycrafter.it

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store